Piscine /

Sabbia in piscina: come evitarla o rimuoverla

Sabbia in piscina: come evitarla o rimuoverla

L’accumularsi di sabbia all’interno della propria piscina è uno spiacevole intoppo per cui tuttavia si riesce facilmente a rimediare. Vediamo i principali modi per rimuovere l’ospite indesiderato o evitarlo completamente.

La sabbia all’interno della piscina è un problema spesso legato al filtro, all’interno del quale la sabbia si accumula per poi essere ‘sparata’ in vasca dalla pompa. In assenza di filtro invece, e nel caso in cui la piscina non fosse nemmeno posta nei pressi di sedimenti sabbiosi, è possibile che si tratti di alghe giallastre che possono venirsi a creare all’interno. Di seguito qualche consiglio ed espediente per evitare o rimuovere la rena.

Sabbia in piscina: le cause

Una delle principali cause che provocano il comparire di questa roccia sedimentaria all’interno della piscina è un aumento del livello di rena nel filtro a sabbia. Il filtro va infatti costantemente monitorato, per assicurarsi che la sabbia ivi contenuta non superi mai il limite consigliato.

Alle volte però può verificarsi un guasto che provochi imprevisti. Internamente il filtro a sabbia ha infatti diversi particolari: diffusori, tubi e gomiti in Pvc. Se uno di questi dovesse rompersi ecco trovata la causa della sabbia in piscina.

La rottura di uno dei particolari può essere causata da un distratto mantenimento del filtro, il quale ogni volta in cui viene spostato va necessariamente svuotato del proprio contenuto. Facendo leva su componenti del filtro stesso compiendo questa operazione si possono causare danni interni che come conseguenza hanno l’accumulo di sabbia in vasca.

Un’altra causa abbastanza comune è legata all’eccessivo utilizzo della sabbia stessa. A distanza di 4 o 5 anni i granuli erodendosi rimpiccioliscono e riescono a passare dai fori della raggiera posta in basso.

Sabbia in piscina: contromisure e precauzioni per evitare o risolvere i problemi

Una periodica sostituzione della sabbia nel filtro è di certo uno dei metodi precauzionali più efficaci. Assieme a un costante occhio di riguardo qualora, per qualsiasi motivo, si andasse ad intervenire su qualche componente del filtro.

Ecco perché per svuotare il filtro a sabbia è consigliato utilizzare un aspira liquidi, un aspiratore apposito. In tal modo si potrà avere facilmente accesso alla parte interna e verificare eventuali danni oppure spostarlo comodamente senza crearne.

La procedura di riparazione, necessitando di questa particolare attenzione, è perciò anche piuttosto lunga, circa un paio d’ore, ma non particolarmente difficile. Una volta risolto il problema alla fonte, potete quindi adoperarvi per eliminare la sabbia dalla piscina.

Il mezzo migliore è l’aspirafondo manuale collegato allo skimmer, per evitare di sovraccaricare un eventuale robot da piscina, per chi ne fosse in possesso.