Benessere /

5 falsi miti da sfatare sui materassini gonfiabili

5 falsi miti da sfatare sui materassini gonfiabili

Pensi di sapere tutto sui materassini gonfiabili? Scopri questi 5 falsi miti da sfatare che ti faranno cambiare idea

Prima di esprimere giudizi affrettati e generalizzati sui materassini gonfiabili, aspetta di provare quelli giusti. Ci sono diversi miti da sfatare a riguardo che potrebbero farti correre a comprarne uno!

Generalmente si tende ad associare il materasso gonfiabile a un gioco, un bene poco durevole, relegato ai momenti di svago o a casi di necessità. Ma quel che più frequentemente si dice in giro è che siano scomodi e poco confortevoli. Oggi ti dimostreremo che si tratta solo di leggende metropolitane che devono fare i conti con materassi gonfiabili sempre più innovativi e progettati per rispondere alle più comuni esigenze di comodità e praticità, adattandosi egregiamente a ogni circostanza. Insomma, se finora tutto ciò che hai ricevuto in dono da un materasso gonfiabile è mal di schiena e sogni agitati, forse è perchè non hai scelto i modelli giusti. Scopri tutti i luoghi comuni sui materassini gonfiabili che ti faranno ricredere. 
1. Non esistono materassini gonfiabili comodi
materassino gonfiabile comodo.jpg

La più grande bufala sui materassini gonfiabili riguarda proprio l’aspetto legato al comfort. I materassi gonfiabili sono scomodi per dormire? Nulla di più sbagliato. Basta non accontentarsi del primo materasso che capita e scegliere accuratamente tra i tanti modelli in vendita on-line o nei negozi specializzati. Già le differenze di prezzo possono farti riflettere. Un materassino gonfiabile comodo e a prova di sonni tranquilli è realizzato con materiali di qualità, progettato per offrire un sostegno adeguato al corpo, con un’altezza sufficiente a garantire il giusto isolamento. Puoi scegliere anche i modelli super lusso, accessoriati per offrire il massimo comfort e amplificare il tuo relax. Se sempre più persone scelgono di arredare la camera da letto con un airbed, un motivo dovrà pur esserci, no? 
2. I materassini gonfiabili hanno vita breve e cedono nel tempo
Altro luogo comune su materassini e airbed è quello relativo alla loro presunta incapacità di resistenza e durevolezza. Molti danno per scontato che essi abbiano vita breve, destinati ad abbandonarci nel giro di una stagione. Peggio ancora, si pensa che tendano “naturalmente” a cedere sotto il peso del corpo dopo un certo periodo di utilizzo. Anche in questo caso dovrai ricrederti, sempre a patto di scegliere i prodotti top di gamma, realizzati con i migliori materiali e studiati per durare più a lungo. 
3. I materassini gonfiabili fanno sudare
La sola idea di dormire su un materassino gonfiabile ti fa venir caldo? Se il ricordo di un’afosa notte estiva in campeggio ti tormenta, ancora una volta, hai probabilmente scelto il materassino da campeggio sbagliato. Al bando gli obsoleti modelli in PVC. Spazio ai confortevoli materassini in TPU laminato e a quelli con superficie floccata, effetto velluto. Sono impermeabili e facilissimi da pulire. Puoi trovare persino quelli con la fessura per sistemare le lenzuola. Un vero sogno!
4. I materassini gonfiabili si forano subito
materassini gonfiabili dormire bene.jpg

Inutile negare che, quando si parla di gonfiabili, il pericolo di forature indesiderate è sempre in agguato. Anche in questo caso, però, la scelta di un airbed di qualità, riduce notevolmente i rischi. I migliori sono i modelli in fibre di poliestere ultraresistenti, meglio ancora se con doppia camera d’aria. Ovviamente, dovrai aver cura di tenere il tuo materassino lontano da oggetti affilati e appuntiti, ricordandoti di riporlo sempre in un luogo sicuro durante i periodi di prolungato inutilizzo. 
5. Dormire su un materassino gonfiabile mette a rischio di raffreddamento
Specialmente quando sistemato direttamente a contatto con il suolo o con il pavimento, un materassino gonfiabile può evocare il ricordo di gelide nottate in tenda o nel salotto di amici. Scegli bene! Oltre alla qualità dei materiali, ciò che può fare la differenza in termini di comfort e di capacità di isolamento termico dal suolo è l’altezza del materasso. L’altezza ottimale per riposare bene è di circa 40 cm, purchè la struttura sia studiata appositamente per sostenere il peso del corpo su tutta la lunghezza della superficie di appoggio. Meglio, inoltre, non dimenticare mai di usare un telo base o un tappeto, che servirà a proteggere ulteriormente il tuo airbed al rischio di forature. 

Ora che i materassini gonfiabili non hanno più segreti per te, riesci a resistere alla tentazione di comprarne uno?