Arredo casa /

Segreti da interior design: come personalizzare il tuo letto gonfiabile

Segreti da interior design: come personalizzare il tuo letto gonfiabile

Hai scelto un letto gonfiabile per la tua zona notte? Ecco alcune idee originali da vero interior designer per personalizzarlo e armonizzarlo con l’arredamento della tua casa

Già da qualche tempo, il letto gonfiabile è entrato nelle grazie degli interior designer che lo propongono sempre più spesso come originale alternativa ai materassi tradizionali.

Il merito è, almeno in parte, di numerosi designer e archi-star che hanno disegnato e progettato piccoli gioielli dell’arredamento gonfiabile che hanno conquistato anche i più scettici. L’estrema versatilità degli airbed e le proposte sempre più innovative e confortevoli delle aziende produttrici hanno aperto nuove strade proprio in questa direzione.

Allora perché relegare ancora i materassi gonfiabili a semplici arredi da giardino o a letti di emergenza per gli ospiti?

Non lasciarti cogliere impreparato dall’arrivo dei nuovi trend. Dai un’occhiata alle nostre proposte creative per arredare la zona notte con i letti gonfiabili.
Un divano che si trasforma in letto
Ideale per monolocali e camere da letto di piccole dimensioniIniziamo con un’idea semplicissima e facile da realizzare.

In questo caso puoi pensare di accostare un materasso gonfiabile singolo (o anche ad una piazza e mezza) alla parete. Utilizzando un cuscino rettangolare come spalliera da appoggiare al muro e due cuscini tubolari ai lati a mo’ di braccioli avrai a disposizione un comodissimo divano che si trasforma in letto.
divano-letto.jpg
Divertiti a giocare con fantasie geometriche o colori a contrasto per i rivestimenti dei cuscini e il risultato ti sorprenderà.
Camera da letto minimal in stile giapponese
Tutti conoscono il futon, il tradizionale letto giapponese arrotolabile, sistemato sul pavimento.

Perché non ispirarsi proprio al popolo del Sol Levante per arredare la tua zona notte in stile minimal con un letto gonfiabile? Basterà scegliere una base che si intoni con il resto dell’arredo sulla quale sistemare l’airbed, magari proprio un tatami in perfetto japanese-style.

Gioca sempre con i colori nella scelta dei tessuti, sia per il letto che per le tende. Una soluzione zen, economica e davvero originale.
Airbed + testiera letto
Ti piace sperimentare e trovare soluzioni d’arredo non convenzionali?
testiera-letto.jpg
Abbiamo l’idea che fa per te. Per organizzare la tua zona notte, puoi usare una testiera da letto recuperata tra i vecchi mobili della nonna o scelta tra altri materiali di recupero e sistemare sotto il tuo materasso gonfiabile direttamente sul pavimento.

Non dimenticare di scegliere modelli di qualità, con un altezza di almeno 40-45 cm per un isolamento ottimale e in materiale antiscivolo.

Il resto lo farà la tua fantasia.
Una base letto per il tuo airbed
L’idea di posizionare il materasso sul pavimento o sul parquet ancora non ti convince.
base-letto-gonfiabile.jpg
Anche in questo caso, nessun problema. Ci sono diverse basi letto che, per la loro struttura, permettono di inserire il tuo materasso ad aria direttamente al suo interno. Scegliendo il modello giusto, meglio ancora se super accessoriato, nessuno noterà la differenza rispetto al tradizionale materasso! In alternativa, basterà un bella base in legno o una pedana appena rialzata e il gioco è fatto.
Letto gonfiabile con base in pallet
Ti piace cimentarti con il fai da te? Un’altra idea creativa per personalizzare l’airbed per la tua zona notte è quella di creare una struttura letto, base e testiera, con i pallet in legno.

Con un pò di buona volontà potrai realizzare anche degli originalissimi comodini, utilizzando lo stesso materiale e avrai l’arredamento completo con una soluzione davvero low budget.